Statistiche MERAVideo Free
  • 51787Totale Visitatori:
  • 105347Totale Pagine Visitate:
  • 440Totale Visitatori Questo Mese:
  • 3Pagine Visitate Oggi:
  • 3Visitatori Oggi:
  • 0Utenti Attualmente In Linea:
  • 04/09/2010Contatore Partito Dal:
Categorie Video
Salva Delle Vite!

Rocky: La Vera Storia (2011)

Interpreti e personaggi:

-» Sylvester Stallone: sé stesso
-» Frank Stallone: sé stesso
-» John G. Avildsen: sé stesso
-» Bill Conti: sé stesso
-» Dolph Lundgren: sé stesso
-» Milo Ventimiglia: sé stesso
-» Talia Shire: sé stessa
-» Carl Weathers: sé stesso
-» Burt Young: sé stesso
-» Irwin Winkler: sé stesso
-» Michael Westmore: sé stesso
-» Mike Medavoy: sé stesso
-» Lloyd Kaufman: sé stesso
-» Robert Chartoff: sé stesso
-» Tony Burton: sé stesso
-» Garrett Brown: sé stesso
-» Sage Stallone: sé stesso

Doppiatori italiani:

-» Massimo Corvo: Sylvester Stallone
-» Giorgio Locuratolo: Frank Stallone
-» Oliviero Dinelli: John G. Alvidsen
-» Roberto Draghetti: Dolph Lundgren
-» Alessandro Rossi: Carl Weathers
-» Saverio Moriones: Burt Young
-» Diego Reggente: Mike Medavoy

Sylvester Gardenzio Stallone, soprannominato “Sly” (New York, 6 luglio 1946), è un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense di origine italiana, principalmente conosciuto per l’interpretazione dei due celebri personaggi Rocky Balboa e John Rambo, entrambi protagonisti di due lunghe saghe cinematografiche, iniziate con le pellicole Rocky (1976) e Rambo (1982). Sylvester Stallone ha legato la sua fama all’interpretazione di personaggi che riescono “a prendersi la rivincita su una società spesso chiusa e corrotta, superando avversità e ingiustizie grazie alla propria forza di volontà e fisica”.

Il suo nome è presente tra le celebrità della Hollywood Walk of Fame dal 14 giugno 1984.

Considerato insieme ad Arnold Schwarzenegger un’icona dei film di azione degli anni ottanta e novanta, il sito AskMen.com l’ha posizionato al 3º posto nella classifica dei “più grandi attori d’azione del cinema“, mentre l’American Film Institute lo posiziona al 7º posto nella classifica dei 100 più grandi eroi del cinema. Nell’ottobre del 1997 la rivista Empire lo posiziona al 92º posto della lista delle “più grandi star del cinema di tutti i tempi”.

Biografia

Stallone nasce in un istituto di carità di Hell’s Kitchen, un quartiere di Manhattan a New York, da Frank Stallone (1919 – 2011, un barbiere statunitense figlio di emigranti italiani originari di Gioia del Colle, in provincia di Bari, e da Jacqueline Labofish (1921), un’astrologa statunitense figlia di un ebreo ucraino originario di Odessa e di una francese originaria di Brest. Il 30 luglio del 1950 nasce il secondogenito Frank Jr., futuro cantante e musicista con qualche incursione nel mondo del cinema.

Durante il parto la rescissione del nervo faciale dovuta all’uso del forcipe, gli causò una lieve paresi del lato sinistro del volto; durante l’adolescenza Stallone soffrì anche di rachitismo, cosa che gli causò molti problemi fisici.

Nel 1951 la famiglia Stallone si trasferisce nel Maryland e in seguito i genitori si separano: la madre, con problemi di alcolismo, se ne va di casa e i figli rimangono a vivere col padre, un uomo molto severo negli insegnamenti.

Il periodo scolastico per Stallone è molto difficile: a quindici anni era già stato espulso da 14 scuole. All’età di 15 anni si trasferisce con la madre, il secondo marito di lei, la sorellastra Toni Ann e il fratello Frank a Filadelfia e si iscrive infine alla Devereaux High School, dove pratica il football e la scherma mentre contemporaneamente frequenta la palestra Barbella’s gestita dalla madre. Dopo il diploma ottiene una borsa di studio per meriti sportivi all’American College in Svizzera. Lo sport lo aiuta a superare i problemi fisici avuti nell’infanzia e la borsa di studio gli dà la possibilità di iscriversi alla University of Miami in Florida dove sceglie la facoltà di arte drammatica. Per frequentare l’università si mantiene con numerosi piccoli lavori. Nel 1969 decide di abbandonare il suo corso di studio e di trasferirsi a New York.

Dopo aver intrapreso la carriera di attore, il 28 dicembre 1974 sposa l’attrice Sasha Czack, sua collega ai tempi del Baronet: da questo matrimonio la coppia ha due figli, Sage Stallone (1976), in futuro attore e regista, ed il secondogenito Seargeoh “Seth”, nato con una forma di autismo, che compare in Rocky II nella parte del figlio appena nato di Rocky.

Nel giugno del 1985 conosce la modella e attrice danese Brigitte Nielsen, in quel periodo a New York per promuovere il film Yado con Arnold Schwarzenegger. Il 15 dicembre dell’85 Stallone e la Nielsen si sposano nell’abitazione del produttore Irwin Winkler: ma dopo molti scandali, presunti flirt e un’infinità di gossip arriva il divorzio il 13 luglio del 1987.

In seguito, dopo alcune relazioni con le modelle Naomi Campbell, Angie Everhart, Janice Dickinson, Susan Anton, Tamara Beckwith, Mary Hart e Andrea Wieser, le attrici Jami Gertz e Joyce Ingalls, Stallone si risposa il 17 maggio 1997 con Jennifer Flavin, conosciuta anni prima sul set di Rocky V. Da questo matrimonio nascono tre figlie: Sistine Rose, Sophie Rose e Scarlet Rose.

Nel 1999 gli viene conferita la prestigiosa laurea alla recitazione dall’Università di Miami per la sua notevole carriera.

Il 16 febbraio 2007 Stallone, in Australia per promuovere Rocky Balboa, viene fermato dai funzionari doganali all’aeroporto di Sydney. L’attore viene trovato in possesso di grandi quantità di anabolizzanti: 4 fiale di testosterone e 48 di Somatotropina, noto anche col nome GH (Growth Hormone), cioè Ormone della Crescita. I rappresentanti della legge australiana non esitano ad indagare sull’attore statunitense. Incriminato con l’accusa di importazione illegale di sostanze proibite, finisce sotto processo dove Stallone riconosce la sua colpevolezza per uso di sostanze dopanti, sostenendo che sono composti da lui utilizzati durante la sua oltre trentennale carriera di attore e che il loro potere curativo contro alcune malattia da vecchiaia è così forte che tra venti anni l’ormone della crescita sarà un medicinale usatissimo.

Collezionista d’arte, si dedica con un certo successo anche alla pittura surrealista. Alcune sue opere sono state acquistate per decine di migliaia di dollari. Il 17 febbraio 2011 Stallone presenta una collezione di sue opere alla galleria d’arte Gmurzynska di Saint Moritz (Svizzera). La mostra si chiama Stallone, 35 anni di pittura, ed è accompagnata da un catalogo scritto da critici d’arte come Anthony Haden-Guest e Donald Kuspit.

Nel mese di marzo 2011, l’attore dichiara di aver pronta una linea di abiti maschili da far debuttare nel 2012. Inizierà così la nuova avventura nel mondo della moda. La linea avrà il nome Stallone e sarà divisa in due filoni: gentlemen e ribelle, rifacendosi allo stile dei suoi più famosi personaggi Rocky e Rambo. La linea comprenderà anche accessori e biancheria intima.

Nel dicembre 2011 Stallone diviene ambasciatore del marchio di penne stilografiche di lusso Montegrappa, per la quale l’attore disegna una penna di nome “Chaos”, distribuita in pochi pezzi da collezione.

Dedito alla beneficenza, l’attore ha partecipato a raccolte fondi per varie iniziative in tutto l’arco della sua carriera. Appoggia annualmente diverse cause contro malattie rare o comuni, come la Canadian Diabetes Association ed il Pediatric Epilepsy Project assieme ad altre celebrità. Dopo la scoperta della malattia del primogenito, diede vita anche ad una fondazione per la ricerca contro l’autismo, la “Stallone Fund for Autism Research”, tuttora attiva.

(Fonte Wikipedia)

Lascia un commento

11 Settembre 2001 La Verità!
MERAVideo Free: Primo Piano